TdO – Teatro dell’Oppresso

Augusto BoalStage intensivo sul Teatro dell’Oppresso
a cura di Patrizia Corvino
dal 1 al 3 maggio 2015
presso Spazio Più – Pescara

Il Teatro dell’Oppresso (TdO) nasce negli anni ’60 in Brasile, ad opera di Augusto Boal, direttore del Teatro Arena di Saõ Paulo. Si basa su una precisa presa di posizione a favore degli “oppressi”, su un lavoro di coscientizzazione ossia di consapevolezza di ciò che succede in noi in relazione al mondo circostante e dei possibili cambiamenti per liberarci dalle oppressioni. Per conseguire questo scopo, Boal elaborò varie tecniche (teatro giornale, teatro forum, teatro immagine, teatro invisibile…) il cui intento è di de-professionalizzare il teatro, rompendo la barriera attore-spettatore. Un peculiare aspetto del TdO resta comunque il lavoro sul corpo per sciogliere le maschere muscolari: ciò muove dall’ipotesi base per la quale “il corpo pensa”, rimandando, quindi, ad una concezione dell’essere umano come globalità di corpo, mente ed emozione, in cui l’apprendimento/cambiamento vede coinvolti tutti e tre gli aspetti, in stretta relazione. Leggi tutto “TdO – Teatro dell’Oppresso”