Il risveglio della dea

Il 6 marzo 2010 alle ore 17 a Pescara presso la Casa-Museo di Gabriele D’Annunzio nell’ambito della mostra pittorica “Presenze e segni tra la pittura informale e arte della tradizione” andrà in scena lo spettacolo teatrale

Il risveglio della dea
da J. Fabre e dal poema mesopotamico Enûma Eliš

in scena
Giulia Parrucci e Rossano Angelini

musiche
A.Dvorák, B.Bartók, E.Satie

Il “femminile”: categoria dello spirito. L’archetipo che riunisce tutti gli aspetti legati all’intuito, alla ricettività, alla sensualità, alla fecondità esprimendosi simbolicamente nella creatività ed espressività artistica o artigianale.
Energia archetipica del femminile. Yin nelle culture orientali, anima junghiana in quelle occidentali, agisce nella psiche individuale di ognuno. Il femminile nel suo atto di ricevere un contenuto, lo accoglie portandolo a compimento. È un “lasciar agire”. Il capire diviene un concepire. L’azione si trasforma in attesa.
L’aspirazione ad una conoscenza che superi i confini della rigida razionalità. L’urgenza di ripensare una cultura “altra”. Doni dell’archetipo del femminile.

[slickr-flickr tag=”risveglio dea” id=”97154066@N07″ descriptions=”off” type=”galleria” options=”autoplay:3000; imageCrop:false; carousel:false; transitionSpeed:1000; transition:pulse””]