Surrender

Jairo Cuesta e Jim Slowiak

Jairo Cuesta e Jim Slowiak

Laboratorio di ecologia teatrale
a cura di Jairo Cuesta e Jim Slowiak

Dal 19 al 22 giugno presso la casa-laboratorio di Cenci ad Amelia (TR) 4 giorni di pratiche attoriali di performance ecology.

L’attore colombiano Jairo Cuesta e il regista Jim Slowiak sono stati assistenti di Jerzy Grotowski nel periodo del Teatro delle Sorgenti e Objectv Drama. Da oltre 20 anni conducono una ricerca sul teatro che parte dal corpo e dalla voce nel New World Performance Lab in Akron, Ohio (USA).

Surrender è un laboratorio sul disarmo e lo scomparire, l’imprevisto e il flusso, il rischio e l’arte del presente.
Ogniqualvolta svolgiamo un’attività per giungere a un risultato, non siamo mai totalmente nell’azione. Dobbiamo essere come il bambino che svanisce nel gioco. Tuffarsi nel mestiere della recitazione significa dimenticare la mente e il corpo, dimenticare perché lo stiamo facendo. Questa è l’essenza del mestiere. (Nachmanovitch, Il gioco libero della vita)
Questa è anche l’essenza del lavoro di NWPL in Performance Ecology.

Quando al grande maestro Zen cinese del IX secolo, Yun-Men, è stato chiesto: “Com’è quando l’albero appassisce e le foglie cadono? Cosa accade quando sei nudo e con nulla in mano, quando non hai nulla a cui aggrapparti, quando tutto ciò cui potevi fare affidamento scivola via”, il maestro rispose: “Tutto il corpo è esposto al vento d’oro. Questa è la resa.”
La condizione mentale di apertura e vulnerabilità non necessariamente rende impotenti: arrendersi al vuoto smisurato, per essere meglio equipaggiati affinché si possa agire e ci si possa sentire in sintonia con le vie dell’universo.