Generazione connessa

Generazione connessa

Gestire il tempo digitale tra opportunità e pericoli del Web

Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing

There are many variations of passages of Lorem Ipsum

Where does it come from? Contrary to popular belief

Here are many variations of passages of Lorem Ipsum

Digital Solutions
Boost your Success

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar

Themes
Users
Active Installs

a cura di:

Rossano Angelini – Dottore di ricerca in e-Learning. Development & Delivery (SSD Pedagogia sperimentale) e Direttore didattico di TeatroLab 

Mariantonietta Ciarciaglini – già insegnante Scuola Primaria via Bosio e Delegato del Movimento di Cooperazione Educativa (gruppo di Chieti)

Gestire il tempo digitale tra opportunità e pericoli del Web

Una generazione costantemente connessa, dipendenti dai loro smartphone e intossicati dai social network. Spesso noi genitori non riusciamo a convincere i nostri figli ad avere un rapporto sano con il digitale, a ridurre i tempi di esposizione, ad adottare abitudini che li scolleghino dai device per riconnettersi alla famiglia e al mondo reale. L’obiettivo non è dunque il divieto ma il raggiungimento di una consapevolezza, l’avere un buon controllo sul tempo dedicato ai social evitando di esserne completamente fagocitati. I social network sono, per i ragazzi, un luogo irrinunciabile di espressione di sé e di incontro, ma devono esserci regole da seguire e comportamenti accorti da assumere online. Le proibizioni o i controlli ossessivi non servono a proteggere i nostri figli dalle insidie del web. Occorre invece far conoscere gli strumenti e i comportamenti che permettono loro di prevenire e neutralizzare i rischi e lavorare sugli ambienti di apprendimento informale per costruire un modo di creare conoscenza che appassioni i nostri figli.

TeatroLab e Movimento di Cooperazione Educativa di Chieti, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo 4 di Chieti, propongono un ciclo di n. 8 incontri rivolto ai bambini della classe quinta della Scuola Primaria Via Bosio. Il progetto pilota è interamente autofinanziato dall’Associazione di promozione sociale TeatroLab e dal gruppo territoriale di Chieti del Movimento di Cooperazione Educativa.

Strategie di apprendimento
#Apprendimento cooperativo  #Connettivismo  #Pedagogia del corpo  #Pedagogia teatrale

a cura di:
Rossano AngeliniDottore di ricerca in e-Learning. Development & Delivery (SSD Pedagogia sperimentale) e Direttore didattico di TeatroLab Mariantonietta Ciarciaglinigià insegnante Scuola Primaria via Bosio e Delegato del Movimento di Cooperazione Educativa (gruppo di Chieti)